Che tu sia Van Gogh o un disegnatore improvvisato, un nuovo studio della Drexel University ha scoperto che fare arte può ridurre significativamente gli ormoni legati allo stress nel tuo corpo.

I ricercatori del College of Nursing and Health Professions di Drexel ha scoperto che tutti i soggetti a prescindere dalle proprie capacità sembrano trarne benefici allo stesso modo.

“È stato sorprendente e non lo è stato”, ha detto Girija Kaimal, EdD, assistente professore di terapie di arti creative. “Non è stato sorprendente perché questa è l’idea chiave della terapia artistica: tutti sono creativi e possono essere espressivi nelle arti visive quando lavorano in un ambiente favorevole. Detto questo, mi aspettavo che forse gli effetti sarebbero stati più forti per quelli con più talento. “

I risultati dello studio sono stati pubblicati in Art Therapy con il titolo “Riduzione dei livelli di cortisolo e delle risposte dei partecipanti in seguito alla pratica artistica”. Kendra Ray, una studentessa di dottorato sotto Kaimal, e Juan Muniz, PhD, professore nel Dipartimento di Nutrition Sciences, è stato coautore.

I “biomarcatori” sono indicatori biologici (come gli ormoni) che possono essere utilizzati per misurare le condizioni del corpo, come lo stress. Il cortisolo era uno di questi ormoni misurato nello studio attraverso campioni di saliva. Più è alto il livello di cortisolo di una persona, più è probabile che una persona sia stressata.

Per lo studio di Kaimal, 39 adulti, dai 18 ai 59 anni, sono stati invitati a partecipare a 45 minuti di attività artistica. I livelli di cortisolo sono stati presi prima e dopo l’inizio e fine attività.

I materiali disponibili per i partecipanti includevano pennarelli e carta, argilla da modellare e materiali collage. Non sono state fornite indicazioni e ogni partecipante ha potuto utilizzare qualsiasi materiale scelto per creare qualsiasi opera d’arte desiderata. Un terapeuta era presente durante l’attività per aiutare se il partecipante ne avesse richiesto il supporto.

Tra coloro che hanno preso parte allo studio, poco meno della metà ha riferito di avere un’esperienza limitata nel fare arte.

I ricercatori hanno scoperto che il 75% dei livelli di cortisolo dei partecipanti è diminuito durante i loro 45 minuti di produzione artistica. E mentre c’era qualche variazione nel livello di abbassamento dei livelli di cortisolo, non vi era alcuna correlazione tra persone che avevano oggettive capacità artistiche da quelle che ne erano sprovvisti.

Tuttavia, circa il 25 percento dei partecipanti ha effettivamente registrato livelli più elevati di cortisolo, anche se non è stata necessariamente una cosa negativa.

“Una certa quantità di cortisolo è essenziale per il funzionamento”, ha spiegato Kaimal. “Ad esempio, i nostri livelli di cortisolo variano durante il giorno – i livelli sono più alti al mattino perché ciò ci dà una sferzata di energia per iniziare la giornata. È possibile che la creazione artistica abbia provocato uno stato di eccitazione e / o coinvolgimento nei partecipanti alla sperimentazione”.

Kaimal e il suo team hanno creduto, entrando nello studio, che il tipo di materiale artistico utilizzato dai partecipanti potesse influenzare i livelli di cortisolo. Pensavano che i mezzi meno strutturati – usando l’argilla o disegnando con pennarelli – avrebbero comportato livelli di cortisolo più bassi rispetto al collage strutturato. Ciò, tuttavia, non è stato supportato dai risultati, in quanto non è stata trovata alcuna correlazione significativa.

Lo studio ha trovato una debole correlazione tra età e livelli più bassi di cortisolo. I partecipanti più giovani hanno mostrato livelli di cortisolo più bassi dopo aver fatto arte.

Questi risultati hanno fatto riflettere Kaimal su come i giovani studenti universitari e gli studenti delle scuole superiori affrontino lo stress che proviene dal mondo accademico e come le arti possano aiutare.

“Penso che una delle ragioni potrebbe essere che i giovani stanno ancora sviluppando modi per affrontare lo stress e le sfide, mentre gli individui più anziani potrebbero avere più strategie per risolvere i problemi e gestire lo stress in modo più efficace, “, Ha detto Kaimal.

“Vogliamo esaminare come le attività creative possano aiutare il benessere psicologico e, quindi, anche con la salute fisiologica delle persone”, ha concluso il ricercatore.