Chi crea misteriosi cerchi sul fondo del mare? No, non sono alieni, in realtà sono pesci palla che sperano di attirare un compagna, almeno così dicono gli oceanografi.

I subacquei hanno notato per la prima volta le queste forme circolari larghe 2 metri vicino all’isola giapponese Amami-Oshima circa 20 anni fa. Ma nessuno aveva mai capito chi li avesse fatti e perché. 

I cerchi, affermano gli scienziati, sono in realtà nidi creati da pesci palla maschi, che impiegano circa dieci giorni a costruire e decorare con cura le strutture per corteggiare le femmine. Inoltre, secondo questo studio, questo pesce palla molto laborioso è una nuova specie del genere Torquigener. Il pesce maschio, che misura meno di 13 centimetri di lunghezza, usa prima il suo corpo per creare picchi e valli sul fondo sabbioso attorno a un cerchio centrale di sabbia liscia.

Compie questa impresa nuotando verso il centro del cerchio in linea retta e poi di nuovo attorno al centro con un movimento circolare.  Prima che il pesce femmina arrivi a ispezionare il suo lavoro, il maschio forma motivi irregolari nelle sottili particelle di sabbia del cerchio centrale. Decora anche le cime della porzione esterna con frammenti di conchiglia e corallo. Quando una potenziale partner femminile arriva sulla scena, il maschio agita la sabbia fine nel cerchio interno del nido. Se ritiene soddisfacente il nido, e il maschio che lo ha costruito, la femmina depone le uova al centro del nido e se ne va.

Gli scienziati non sono sicuri di cosa stiano cercando le femmine quando giudicano il nido di un maschio. Potrebbero essere i motivi centrali fatti di sabbia, le decorazioni all’esterno o le dimensioni o la simmetria del nido. Ma sanno che, poiché il processo di creazione del nido richiede così tanto tempo, un nido più grande potrebbe indicare un maschio più forte o più in forma, entrambi tratti desiderabili per le femmine.

Una volta che la femmina depone le uova, però, è il maschio che rimane nel nido fino a quando le uova non si schiudono sei giorni dopo. Successivamente, il maschio cerca un punto vicino per ricominciare da capo il processo di creazione del nido, perché spendere tutto quel tempo ed energia per costruire un nido nuovo di zecca? Gli scienziati pensano che abbia qualcosa a che fare con le particelle di sabbia fine che compongono il centro liscio dei cerchi. I maschi consumano tutta la sabbia fine nel raggio del loro nido durante un singolo ciclo di deposizione delle uova. Per costruire un altro nido, devono cercare altrove un sito con più particelle di sabbia fine.

Questo è quello che si può definire un cerchio d’amore.