Le armi provocano conseguenze devastanti. Culiacán, in Messico, ne è un buon esempio perché la città ha il più alto tasso di mortalità nella nazione a causa delle armi da fuoco. Ecco perché l’artista messicano, Pedro Reyes, ha deciso di invertire questo ciclo mortale. L’artista ha voluto dimostrare come un mezzo di morte può essere trasformato in uno strumento per la vita.

Reyes, un artista di Città del Messico, ama concentrarsi sui fallimenti della cultura moderna da una prospettiva positiva piuttosto che negativa. In realtà non crede nel “fallimento”. La definizione di “fallimento” di Reyes è semplicemente il risultato di una certa prospettiva.

Reyes ha raccolto con successo 1.527 pistole che sono state inviate a una base militare e frantumati pubblicamente con un rullo compressore, sciolti e trasformati in 1.527 pale.

Le pale trasformate sono state distribuite in tutto il Messico nelle scuole pubbliche, dove le persone delle comunità le stanno usando per piantare alberi. Alcune pale sono arrivate addirittura alla Vancouver Art Gallery, al San Francisco Art Institute, alla Maison Rouge a Parigi e in altri luoghi del mondo.

Da una pistola che esiste solo per togliere la vita, è nata una pala. Ora quella pala esiste esclusivamente allo scopo di piantare alberi e creare vita.

Grazie Pedro