In uno studio del 2016 dell’Università di Phoenix i ricercatori hanno intervistato 1.600 genitori che hanno permesso ai loro bambini di arrampicarsi sugli alberi e hanno scoperto che la ferita più comune era di gran lunga la pelle sbucciata. Solo il 2% dei genitori ha risposto che il loro bambino si era rotto un osso e ancora meno che aveva sofferto di una commozione cerebrale. Nel frattempo, più ogni anno 3,5 milioni di bambini americani di età inferiore ai 14 anni ricevono cure mediche per lesioni da sport strutturati. Ciò dimostra che se un genitore fosse veramente premuroso nel prevenire gli infortuni, non iscriverebbe mai il proprio figlio per fare uno sport organizzato. Ma è ovviamente un pensiero ridicolo. La maggior parte dei genitori non dubiterebbe per un secondo che i benefici dello sport siano superiori ai rischi. Allora perché non lo facciamo anche con l’arrampicarsi sugli alberi e altre attività di gioco libero in natura? È tempo di lasciarsi andare e “lasciare crescere”. Non lasciarti coinvolgere da lesioni statisticamente trascurabili e lascia che i tuoi figli si arrampichino sugli alberi a proprio piacimento. Forse potresti anche unirti a loro e scoprire o riscoprire un mondo straordinario!